xray-burger_123rf.jpg

I rischi presentati dalla potenziale presenza di corpi estranei negli alimenti liquidi - in particolare metallo e vetro - che possono inavvertitamente entrare in una linea di produzione è un pericolo che sta incoraggiando un numero crescente di aziende a utilizzare sistemi a raggi X; una tecnologia che ha anche il vantaggio di poter misurare con precisione i livelli di riempimento e di peso. Ma la disponibilità e i costosi tempi di inattività per la manutenzione si sono spesso rivelati una sfida e un disincentivo per le aziende di trasformazione.

Tuttavia, l'ingresso di Novus X-Ray - un'azienda che da oltre un decennio è all'avanguardia nella tecnologia a raggi X per l'ispezione degli alimenti - nella famiglia JBT, avvenuto circa 12 mesi fa, sembra destinato a rappresentare una vera e propria svolta per questa tecnologia.

Come spiega Dino Carbone, product line manager di JBT Novus X-Ray, la linea di prodotti Xvision™ vanta un design modulare - unico nel settore - che ha il vantaggio di migliorare in modo significativo la disponibilità della tecnologia, offrendo al contempo un basso costo di proprietà rispetto alle unità della concorrenza.

ccpx-alto-0611

Il sistema a raggi X CCPX-Tall

L'altro grande vantaggio del sistema è che il suo software intelligente gli permette di imparare dai suoi errori, cioè dai falsi rifiuti.

"Abbiamo semplificato il funzionamento dell'apparecchiatura grazie a un software intelligente che consente di addestrare l'unità in base al prodotto in uso e alle immagini riprese", spiega Carbone.

"Questo consente una semplice formazione dell'unità e prestazioni di rilevamento più accurate, che portano a tassi di scarto estremamente bassi. È una caratteristica unica, perché la maggior parte delle altre aziende si affida all'operatore per regolare l'unità. Noi abbiamo sviluppato un'unità intelligente, in grado di regolarsi da sola quando commette un errore".

Oltre che per rilevare eventuali corpi estranei che potrebbero finire nella catena del prodotto, la gamma Xvision può essere utilizzata efficacemente anche per il controllo del riempimento e del peso. "Nella lavorazione degli alimenti liquidi, non si vuole che nel prodotto ci sia qualcosa che non dovrebbe esserci e non si vuole nemmeno che un barattolo o un contenitore di plastica non sia riempito completamente: con il controllo del peso e del riempimento possiamo assicurarci che tutto sia come deve essere", aggiunge Carbone.

Miglioramento rivoluzionario
Per soddisfare al meglio le esigenze del settore degli alimenti liquidi, JBT Novus X-Ray ha introdotto il sistema a raggi X Xvision CCPX-Tall, una tecnologia progettata appositamente per l'ispezione rapida e automatica di barattoli, bottiglie e altri prodotti alti.

Un miglioramento rivoluzionario per la disponibilità della tecnologia a raggi X, il CCPX consente ai clienti di effettuare la manutenzione di qualsiasi aspetto della macchina con una formazione minima, raggruppando tutti i componenti in cinque moduli plug-and-play. "La maggior parte delle altre aziende deve chiamare un tecnico in caso di rottura di un componente dell'unità, mentre noi, grazie a un design modulare, diamo al cliente la possibilità di effettuare le riparazioni in loco in modo molto rapido", spiega Carbone.

"Consente di collocare la nostra macchina in un punto di controllo critico a monte e non solo alla fine della linea. La nostra unità può essere collocata in qualsiasi punto della linea di produzione senza temere che, in caso di problemi, la linea vada in tilt, perché possiamo metterla in funzione così rapidamente".

Per saperne di più sul sistema a raggi X CCPX-Pack